FORGOT YOUR DETAILS?

MASSAGGI BENESSERE

• MASSAGGIO CON CANNE DI BAMBU’
Nato in Cina, il massaggio con le canne di bambù ha un effetto drenante, rilassante e modellante su tutto il corpo. I cinesi scoprirono che attraverso queste canne circolava energia e che con la loro robustezza creavano uno stato di rilassamento assoluto alleviando il corpo da tutte le tensioni accumulate. Il Bamboo Treatment riduce le tensioni, stimola le percezioni sensoriali, riattiva la circolazione, ristruttura la silhouette e leviga la pelle. Per i suoi effetti drenanti, decontratturanti e defatiganti è un massaggio indicato sia per la donna (soprattutto in presenza di edema) che per l’uomo (idelae per lo sportivo). Protagonisti del Bamboo Treatment sono gli speciali bastoni di bambù, l’Olio da massaggio al The Verde che, con la sua fragranza esotica, fresca e agrumata, potenzia l’effetto del massaggio.


• MASSAGGIO CON SFERE CINESI
Si ispira ad un’antica pratica utilizzata in Cina nella quale si ricorreva all’uso di sfere sonore durante il massaggio. Le sfere possono essere utilizzate calde o fredde, l’estetista le tiene nel palmo delle mani e ruotandole le fa scorrere su tutto il corpo con lievi movimenti di rotolamento e scivolamento. In questo modo effettua delle micro pressioni che creano un massaggio a volte più leggero a volte più profondo. Questa tecnica ha un notevole effetto drenante e insieme rilassante. Le pressioni riprodotte delle sfere sono così lievi che ricordano le digitopressioni del classico linfodrenaggio e che, nello stesso modo, consentono all’energia di scorrere più liberamente nel corpo donando vitalità e attenuando inestesismi iniziali della cellulite.


• MASSAGGIO LOMI LOMI
Lo scorrere ritmico e dolce delle onde dell’oceano; la naturale armonia di paradisi incontaminati; l’ipnotica sensualità della danza tradizionale, Hula; la grazia forte e ferma della arti marziali locali, Lua: ogni cosa, alle Hawai, parla di sintonia tra corpo, energia e materia. Già da qualche anno in Occidente è arrivata l’antica sapienza dei Kahuna, i maestri di quest’arte, che hanno diffuso la pratica del Lomi Lomi, in hawaiano, semplicemente “massaggio”, detto anche massaggio dell’anima o “loving hands massage”. Ed è facile capire perchè. Il Lomi usa principalmente le mani e gli avambracci. Atraverso una serie di movimenti lunghi e ritmici, distende la muscolatura e scioglie le articolazioni, risultando insieme rilassante ma anche tonificante e ottimo per la circolazione, prefiggendosi soprattutto di ristabilire un equilibrio fra corpo e mente.


• MASSAGGIO BALINESE
In Indonesia, come in tutti i paesi orientali il massaggio è una pratica antichissima, ed è diffusamente considerato un insostituibile strumento di cura. l’indonesia, il più grande arcipelago del mondo, per la sua posizione goegrafica e per le sue vicende storiche, ha arricchito la sua civiltà di svariate influenze culturali: araba, cinese, tailandese, giapponese. Anche l’arte del massaggio, nel corso della sua storia millenaria, risulta essere stata elaborata in base a una stratificazione e ad una sinergia di diversi stili terapeutici e concezioni mediche: vi sono presenti elementi del’Ayurveda, della medicina tradizionale cinese, del massaggio tailandese, dello Shiatsu giapponese. Il massaggiatore tradizionale indonesiano usando lozioni e olii medicamentosi lavora sui meridiani, i canali energetici che collegano gli organi principali, con un massaggio che tende a prevenire squilibri tra mente, corpo e spirito. E’ un massaggio che utilizza oli profumati per rilassare la mente e riportare il cuore verso la gioia. OBIETTIVI:
• Rimuovere le tensioni muscolari ed articolari
• Stimolare un sonno fisiologico
• Eliminare lo stress, l’ansia
• Ripristinare un sano modo di respirare
• Aumentare il flusso del sistema circolatorio
• Aiutare ad eliminare i liquidi in eccesso
• Risvegliare l’energia vitale
• Ricostrituire la consapevolezza dei confini del proprio corpo
• Assaporare il piacere di essere accarezzati


• MASSAGGIO CON CANDELE
Profumi unici e burri vegetali per la cura del corpo…  
Ci si lascia coccolare dalla piacevole sensazione delle gocce del leggero e fluido burro vegetale che, lentamente scaldato dalla fiamma, arriva sulla pelle con un dolce calore, sciogliendo le tensioni, donando piacevolezza, restituendo tono e vigore al corpo, liberandolo da stress e fatica e ricaricandolo di benessere. Oltre che un massaggio rappresenta un vero e proprio rito del benessere, un momento prezioso in cui tutti i sensi vengono coinvolti.


• HOT STONE MASSAGE (Massaggio con pietre laviche)
Fin dalla notte dei tempi, civiltà e culture millenarie si sono sempre affidate alle pietre per scopi medicinali e per riequilibrare chakra distonici o intervenire su vibrazioni di energia negativa. E il fuoco e il calore in generale sono da sempre preziosi alleati anche per fini terapeutici. Combinare questi elementi insieme da vita all’Host Stone massage, conosciuto già da tempo anche in Italia come Massaggio con pietre laviche. Il massaggio Hot Stone aiuta a sciogliere la rigidezza muscolare a migliorare la mobilità delle articolazioni e ad alleviare la tensione della colonna vertebrale, principale causa di dolorosi e invalidanti mal di schiena. Decongestiona i depositi linfatici, migliora la ritenzione dei liquidi e influisce positivamente sulla circolazione arteriosa, oltre a migliorare il ritorno venoso. Aiuta a disintossicare l’organismo, sbloccando inoltre gli scambi metabolici. Ha inoltre anche effetti estetici, poichè leviga e rilassa la pelle. La tecnica Hot Stone procura una generale sensazione di benessere e relax.


• MASSAGGIO CONNETTIVALE RIFLESSOGENO
Il massaggio connettivale lavora sul tessuto connettivo che è il tessuto di sostegno del corpo, provocando effetti sia diretti sulle parti trattate che riflessi su parti collegate, ma anche benessere fisico e rilassamento mentale. Con opportune manovre e trazioni digitali in alcune zone cutanee, crea un’interazione stimolante e riflessa sul tessuto connettivo sottocutaneo ed interstiziale e di conseguenza una risposta cellulare anche a distanza dallo stimolo stesso.
Agisce in maniera benefica su molteplici malattie e disturbi dell’apparato circolatorio, secretorio e linfatico, per cui trova vasta applicazione nel campo della terapia antinfiammatoria dell’apparato osteo-articolare e muscolare, soprattutto nelle affezioni di origine muscolo-tensive.
Ideato da una fisioterapista tedesca, Elisabeth Dicke, nel lontano 1929, nacque da un auto-trattamento, con massaggi profondi a livello sacrale che mitigarono e risolsero una grave affezione circolatoria, evitando la prospettata amputazione di un arto inferiore.


• MASSAGGIO AYURVEDICO DEL PIEDE (Padma Pada)
I piedi sono la base del corpo, il punto di contatto con la Madre Terra. Nella tradizione indiana, i piedi rappresentano la manifestazione della vita umana: il Divino che si fa uomo. Ecco perché, di un Santo o di un Maestro di vita, si venerano i suoi piedi e i suoi sandali. Nei testi antichi dell’Ayurveda, viene data molta enfasi ai piedi.
Massaggiare il piede ed in particolar modo la pianta del piede, è utile per creare un flusso armonico in tutto il corpo e stimolare l’attività dei vari organi. Nel massaggio del piede si utilizzano manualità leggere ma profonde con avvolgimenti, frizioni e pressioni. Ricevere il massaggio del piede è molto piacevole e rilassante. Riceverlo la sera, è un buon modo per sciogliere le tensioni e la fatica accumulata durante la giornata. Riceverlo la mattina è un ottimo stimolante, per caricare ed aumentare le energie: un ottimo aiuto per affrontare al giornata con grinta.


• MASSAGGIO CALIFORNIANO
E’ un trattamento ritmico ed estremamente avvolgente, è il massaggio antistress per eccellenza infatti è particolarmente indicato per chi soffre di insonnia, irrequietezza e mancanza di energia ma è anche adatto a chi vuole mantenere uno stato di benessere.
E’ un massaggio che modella il corpo, agisce sul sistema muscolare allentandone le tensioni, è anche fortemente drenante in quanto stimola la circolazione sanguigna e linfatica.


• TRADITIONAL THAI MASSAGE
Secondo i principi teoretici Thai, l’energia corporea dell’uomo può essere individuata lungo linee invisibili dette Sen. Esse ricoprono il nostro corpo esternamente come una vera e propria rete periferica in rapporto continuo con i sistemi vascolari, nervosi e neurovegetativi. La manipolazione lungo questi 10 canali energetici o “Sen” e la digitopressione su punti ben determinati, permette al massaggio Thai di mantenere o ristabilire l’omeostasi alla base di un benessere psico-fisico. Inoltre con questo tipo di massaggio si ottengono benefici a livello di decontrazione muscolare e di drenaggio ed è ottimo anche come antistress.
Prevede anche un lavoro di stretching indotto e guidato, per questo è particolarmente indicato per gli sportivi ma anche per chi solitamente non pratica certi movimenti che risultano invece molto piacevoli
Particolarità di questo massaggio è che si effettua a terra su un tatami e chi lo riceve è interamente vestito.

TOP